79 Visualizzazioni

Generale Russo Ivan Popov Arrestato per Truffa: Un Avvertimento di Putin

23 Mag 2024 - Russia

Il generale Ivan Popov, noto comandante della 58esima armata interforze russa, è stato arrestato con l'accusa di una truffa da 100 milioni di rubli. L'arresto, legato a tensioni interne e critiche alla gestione militare, rappresenta un chiaro avvertimento del Cremlino.

Generale Russo Ivan Popov Arrestato per Truffa: Un Avvertimento di Putin

Il generale Ivan Popov, noto comandante della 58esima armata interforze russa, è stato arrestato. Questa notizia ha rapidamente catturato l’attenzione dei media e dei milblogger russi. La vicenda si sviluppa in un contesto di forte tensione, con risvolti che coinvolgono alti ufficiali e imprenditori.

Le Accuse di Truffa

Popov è stato arrestato il 17 maggio, al termine di un’inchiesta durata otto mesi. Le accuse riguardano una truffa da 100 milioni di rubli (circa 1,1 milioni di dollari), legata alla vendita di materiali metallici destinati alla costruzione di barriere difensive. Anche un imprenditore e un ufficiale del distretto militare meridionale risultano coinvolti.

Il Contesto Militare e Politico

Il generale Popov aveva giocato un ruolo cruciale nella difesa contro la controffensiva ucraina nell’estate 2023 nella regione di Zaporizhzhia. Tuttavia, il suo arresto è solo l’ultimo episodio di una serie di eventi che evidenziano le tensioni interne al comando militare russo.

Decisioni Controverse e Critiche Interne

L’Institute for the Study of War (Isw) riporta che Popov fu rimosso dal suo incarico circa un anno fa, ufficialmente per “errori militari” e non per la truffa. La sua rimozione, decisa dal comandante delle forze armate Valery Gerasimov, giunse dopo critiche alla gestione dei soldati a Zaporizhzhia. Secondo fonti interne, Popov accusava l’ex ministro della Difesa Sergei Shoigu di vendetta personale.

La Reazione del Cremlino

L’arresto di Popov viene visto dall’Isw come una risposta diretta del Cremlino alle sue accuse. Questa azione, avvenuta quasi un anno dopo le critiche, sembra chiudere il cerchio di un conflitto interno. Le autorità russe, preoccupate di un possibile sostegno pubblico per Popov, avevano evitato di punirlo pubblicamente nel luglio 2023.

Campagna Anticorruzione e Messaggi Politici

L’arresto di Popov si inserisce in una più ampia campagna anticorruzione promossa dal Cremlino nel settore della Difesa. Questo provvedimento manda un chiaro messaggio agli alti funzionari militari: chi si discosta dalla linea del Cremlino dovrà affrontare gravi conseguenze. “Il presidente russo Vladimir Putin preferisce la lealtà alla competenza”, conclude l’Isw.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: