514 Visualizzazioni

Elon Musk critica la Fondazione Soros in relazione all’Immigrazione irregolare in Europa

20 Set 2023 - USA

Elon Musk critica la Fondazione Soros in relazione all’Immigrazione irregolare in Europa

Elon Musk, imprenditore e CEO di Tesla, è tornato a far parlare di sé non solo per le sue innovazioni in campo automobilistico o aerospaziale, ma per una nuova serie di dichiarazioni contro il filantropo George Soros. Su un suo recente post sui social, Musk ha accusato la fondazione di Soros di “volere niente di meno della distruzione della civiltà occidentale”. Tale commento è nato in seguito ad una risposta a un utente che denunciava “un’invasione guidata da George Soros” riferendosi all’afflusso di migranti a Lampedusa.

Il contesto politico ed emotivo di queste dichiarazioni diventa ancora più esplosivo se si considera che Musk si è pronunciato alla vigilia di un incontro con il premier israeliano Benyamin Netanyahu. Questo evento, come riportato dal *Guardian*, ha sollevato molte sopracciglia e ha portato ad una serie di domande sul timing e sulle motivazioni di tale attacco verbale.

Il Washington Post ha suggerito che l’incontro tra Musk e Netanyahu potrebbe anche servire come un tentativo di disinnescare le recenti accuse di antisemitismo mosse contro Musk, legate alle sue critiche a Soros e ad altre figure.

Durante un evento live ospitato da Musk sui social media, Netanyahu ha avuto l’opportunità di discutere con l’imprenditore. In quell’occasione, Musk ha voluto chiarire la sua posizione affermando: “Ovviamente sono contro l’antisemitismo. La libertà di parola significa qualche volta dire qualcosa che non piace ad altri. Non promuoveremo i discorsi d’odio”.

Qui il link al tweet di Musk

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , ,

One response

  1. Germano ha detto:

    E noi abbiamo la parlamentare Bonino
    finanziata da Soros!!Vergogna, vergogna
    Vergogna!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: