248 Visualizzazioni

Elly Schlein e il Duello con Meloni: Una Mossa Strategica verso le Elezioni Europee

19 Dic 2023 - Italia

Elly Schlein e il Duello con Meloni: Una Mossa Strategica verso le Elezioni Europee

Elly Schlein, segretaria del Partito Democratico (PD), si posiziona strategicamente per le imminenti elezioni europee, ingaggiando un duello politico con la premier Giorgia Meloni. Sebbene non sia ancora chiaro se Schlein parteciperà direttamente alla competizione contro Meloni, è evidente che la leader dem sta preparando il terreno per un possibile confronto.

All’interno del PD, molti osservatori ritengono che Schlein sia tentata di candidarsi, valutando attentamente i pro e i contro di una tale mossa. Tra i vantaggi, Schlein potrebbe consolidare il suo ruolo di principale antagonista di Meloni all’interno delle opposizioni, un ruolo riconosciutole anche da Romano Prodi durante l’evento dei Tiburtina Studios. Il PD, essendo il primo partito dell’opposizione al governo Meloni, vede in Schlein una figura chiave.

Tuttavia, ci sono anche degli svantaggi. Una candidatura di Schlein potrebbe rischiare di essere eclissata dai voti raccolti da Meloni, mettendo la segretaria in difficoltà all’interno del proprio partito. Inoltre, la possibilità che Schlein si candidi in più circoscrizioni potrebbe causare malcontento tra le donne del partito, limitando le opportunità per altre candidate dem.

Un’altra considerazione è la cultura politica del PD, che tradizionalmente non favorisce la candidatura di un leader in tutte le circoscrizioni, uno stile più associato a Silvio Berlusconi. Sebbene una tale mossa potrebbe aiutare il partito a livello elettorale, complicherebbe ulteriormente la già ardua composizione delle liste elettorali.

La polarizzazione dello scontro con Meloni e l’endorsement di Prodi suggeriscono che Schlein sia pronta a competere per Palazzo Chigi, escludendo potenzialmente Giuseppe Conte dalla corsa. La reazione di Conte, che ha espresso speranza in una Schlein federatrice all’interno del PD, evidenzia le tensioni interne all’opposizione.

Il PD, tuttavia, sembra intenzionato a mantenere un approccio elevato, evitando di cadere nelle faide interne e concentrando gli sforzi nel contrastare Meloni e il suo governo. Schlein, da parte sua, ha sempre cercato un terreno comune, concentrando l’attenzione su temi concreti come il salario minimo.

La candidatura di Schlein sembra quindi un’opzione plausibile, come confermato da fonti parlamentari del PD. La sua recente iniziativa di un tour in Italia in sei tappe, annunciata durante i Tiburtina Studios, potrebbe essere interpretata come un preludio alla sua candidatura. Questo forum è stato visto come una sorta di ‘talent show’ o di europrimarie, con la presenza di figure come Rosi Bindi e Federica Mogherini, che sottolineano l’orientamento europeista del partito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: