87 Visualizzazioni

Elezione in Croazia: Plenković e l’HDZ in Pole Position per il Terzo Mandato

12 Apr 2024 - Europa

Nel conteggio finale verso le elezioni del 17 aprile, l'Unione Democratica Croata (HDZ) di Andrej Plenković si conferma il favorito, con sondaggi che promettono un terzo mandato consecutivo. Tra sfide di coalizioni di centrosinistra e blocchi di destra divisi, la Croazia si prepara a un voto che potrebbe riconfermare il corso o aprire a nuove alleanze politiche

Elezione in Croazia: Plenković e l’HDZ in Pole Position per il Terzo Mandato

Il Primato dei Conservatori

L’HDZ, guidato da Andrej Plenković, si prospetta come il chiaro favorito per le imminenti elezioni, con sondaggi che lo accreditano al 31% delle preferenze. Questo partito, al potere da quasi otto anni, ha la possibilità di riconfermare Plenković, ex diplomatico di 51 anni, per un terzo mandato quadriennale. Tale prospettiva sottolinea non solo la forza politica dell’HDZ ma anche il sostegno popolare alle politiche attuate da Plenković durante i suoi mandati.

La Sfida dei Socialdemocratici e degli Alleati di Centrosinistra

I socialdemocratici (SDP), guidati dall’attuale presidente della Repubblica, Zoran Milanović, emergono come i principali sfidanti, con il 25% delle intenzioni di voto. Questo partito, insieme ai Verdi e ad alcuni partiti minori centristi e liberali, rappresenta la principale coalizione di opposizione, proponendosi come un’alternativa di centrosinistra all’attuale governo. La loro presenza e il sostegno popolare riflettono un segmento significativo dell’elettorato croato incline a un cambiamento nella direzione politica del paese.

Il Contesto delle Destre

La scena politica croata vede anche la partecipazione di partiti di destra, divisi in due blocchi principali. Il Movimento Patriottico (DP), con una forte base nell’est del paese, e il Ponte (Most), un partito con posizioni sovraniste e critico verso le politiche europeiste dell’HDZ, rappresentano le voci più critiche nei confronti dell’attuale esecutivo, pur non avendo un impatto determinante in termini di seggi parlamentari secondo le ultime proiezioni.

Proiezioni e Potenziali Coalizioni

Secondo gli ultimi sondaggi, l’HDZ otterrebbe 60 seggi, a cui si aggiungerebbero i tre seggi della diaspora croata e gli otto delle minoranze etniche, tradizionalmente allineati con lo schieramento vincente, portando Plenković a un vantaggio di 71 deputati. Nonostante ciò, l’HDZ rimarrebbe al di sotto della maggioranza assoluta di 76 seggi, suggerendo la necessità di formare coalizioni per garantire una stabilità governativa.
Le elezioni del 17 aprile si profilano quindi come un momento cruciale per la Croazia, potenzialmente replicando lo scenario del 2020, ma con l’HDZ che cerca di consolidare ulteriormente la sua posizione di leadership politica nel paese, nonostante le sfide poste dalle opposizioni e il panorama politico frammentato. La formazione della prossima maggioranza governativa sarà determinante per le future politiche interne croate e per il suo ruolo nell’Unione Europea e sulla scena internazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: