309 Visualizzazioni

Confronto al Consiglio di Sicurezza: Accuse e Difese tra Israele e Iran Aumentano le Tensioni

15 Apr 2024 - Mondo

Nel corso di una riunione cruciale del Consiglio di Sicurezza dell'ONU, si sono scontrate le posizioni di Israele e Iran con dichiarazioni forti che richiamano la storia e sollecitano interventi internazionali.

Confronto al Consiglio di Sicurezza: Accuse e Difese tra Israele e Iran Aumentano le Tensioni

Paralleli Storici nelle Dichiarazioni Politiche

Durante una recente riunione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, Gilad Erdan, rappresentante di Israele, ha tracciato un confronto diretto e controverso tra il regime islamico odierno e il Terzo Reich, equiparando la figura dell’Ayatollah a quella di Adolf Hitler. Queste dichiarazioni hanno suscitato notevole attenzione, sollevando interrogativi sulla loro accurata valutazione storica e politica.

Risposta e Condanne Internazionali

Erdan ha esortato il mondo a condannare l’Iran e a imporre sanzioni severe, sottolineando la necessità di un’azione immediata non solo per la sicurezza di Israele o della regione, ma per la pace globale. Secondo lui, è essenziale schierarsi contro l’Iran e utilizzare tutti i mezzi disponibili per responsabilizzare il paese dei presunti crimini.

Il Contrasto dell’Iran

In risposta, Amir-Saeid Iravani, rappresentante dell’Iran, ha difeso le azioni del suo paese come legittima difesa, riconosciuta dal diritto internazionale. Ha criticato il mancato intervento del Consiglio di Sicurezza nell’assicurare la sicurezza delle rappresentanze diplomatiche iraniane, soprattutto dopo l’attacco al consolato a Damasco. Iravani ha chiesto alla comunità internazionale di condannare gli atti contro le sedi diplomatiche e ha lamentato l’inazione del Consiglio di sicurezza come fallimentare.

Il Ruolo degli Stati Uniti

John Kirby, portavoce del Consiglio per la Sicurezza Nazionale della Casa Bianca, ha evidenziato l’intenzione dell’amministrazione Biden di evitare ulteriori conflitti, pur rimanendo vago su specifici consigli agli israeliani su come rispondere. Questo sottolinea la delicata posizione degli USA, che cercano di bilanciare la non-escalation con il sostegno a Israele.

Posizione del G7

I leader del G7 hanno espresso una ferma condanna degli attacchi e hanno sottolineato l’importanza di evitare ulteriori escalation. La dichiarazione congiunta ha chiesto la cessazione delle ostilità e ha riaffermato il sostegno alla sicurezza di Israele, promuovendo un appello globale alla stabilità e alla pace.

Dichiarazioni di Guterres

Antonio Guterres, segretario generale delle Nazioni Unite, ha espresso preoccupazione per il rischio di una grave escalation nella regione. Ha condannato l’attacco iraniano come una violazione del diritto internazionale e ha richiamato alla necessità di rispettare la Carta delle Nazioni Unite e il principio di inviolabilità delle strutture diplomatiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: