113 Visualizzazioni

Cina: “Ammissione della Palestina all’ONU è un Dovere Internazionale

21 Apr 2024 - Oriente

Durante una conferenza stampa con il Ministro degli Esteri di Papua Nuova Guinea, l’omologo cinese, Wang Yi, ha criticato gli Stati Uniti per il loro atteggiamento sulla questione palestinese e ha ribadito la necessità di ammettere la Palestina all'ONU per correggere un'ingiustizia storica

Cina: “Ammissione della Palestina all’ONU è un Dovere Internazionale

Il 20 aprile, a Port Moresby, il membro dell’Ufficio Politico del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese e ministro degli Esteri cinese, Wang Yi, insieme a Justin Tkatchenko, Ministro degli Esteri di Papua Nuova Guinea, ha tenuto una conferenza stampa che ha attirato l’attenzione internazionale. L’incontro ha segnato un momento significativo per le relazioni tra Cina e Papua Nuova Guinea, ma ha anche ampliato il suo focus verso questioni globali di grande rilievo.

Impegno per la Palestina

Durante l’evento, Wang Yi ha espresso una forte posizione riguardo la situazione della Palestina, sottolineando la necessità di una sua ammissione all’ONU come membro a pieno titolo. Il ministro cinese ha definito questo passaggio come cruciale per correggere una “ingiustizia storica” e ha rimarcato che tale movimento dovrebbe essere considerato un obbligo per ogni membro delle Nazioni Unite, non soltanto una possibilità legata all’esito dei negoziati israelo-palestinesi.

Critiche verso gli Stati Uniti

In una critica diretta, Wang Yi ha accusato gli Stati Uniti di opporsi alla giustizia internazionale per il loro atteggiamento nei confronti della questione palestinese. Ha messo in discussione la coerenza degli Stati Uniti, che pur sostenendo la soluzione dei “due stati”, non hanno ancora concretizzato questo supporto in azioni effettive che faciliterebbero l’ammissione della Palestina all’ONU.

Un Passo verso la Pace

L’approccio proposto da Wang Yi suggerisce che garantire alla Palestina uno status di membro a pieno titolo all’ONU potrebbe creare le condizioni per negoziati equi e bilanciati, propiziando una soluzione pacifica e duratura alla lunga disputa israelo-palestinese. Tale mossa, secondo il Ministro cinese, rappresenterebbe un passo significativo verso la realizzazione della soluzione dei “due stati”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: