124 Visualizzazioni

Bashar al-Assad in Cina: Un Ritorno Strategico dopo Quasi Due Decenni

22 Set 2023 - Oriente

Bashar al-Assad in Cina: Un Ritorno Strategico dopo Quasi Due Decenni

Il presidente siriano Bashar al-Assad ha intrapreso un viaggio di portata storica verso Pechino, segnando la sua prima visita in Cina in quasi vent’anni. L’ultima volta che Assad ha visitato la nazione asiatica risale al 2004. Questa volta, la sua visita non è solo simbolica, ma sottolinea anche l’evoluzione delle relazioni bilaterali e la crescente importanza della Cina nel panorama geopolitico del Medio Oriente.

Accompagnato dalla moglie Asma, Assad sarà accolto dal presidente cinese Xi Jinping. Insieme, parteciperanno alla cerimonia di apertura dei Giochi asiatici, un’occasione importante che celebra la solidarietà e lo spirito sportivo tra le nazioni asiatiche.

La visita, però, va ben oltre il semplice protocollo diplomatico. Come ha affermato Pechino, si prevede che il viaggio porti i legami tra Siria e Cina a un “nuovo livello”. Questo nuovo capitolo nella storia delle relazioni bilaterali vede la Siria, devastata da anni di guerra civile, in cerca di sostegno finanziario per la sua ricostruzione.

Mentre Assad si appresta a partecipare a un ciclo di incontri ufficiali a Pechino, le ramificazioni di questa visita sono profonde. Da un lato, il viaggio rappresenta un’opportunità per il presidente siriano di rompere un prolungato isolamento diplomatico. Dall’altro, offre a Pechino l’occasione di consolidare ulteriormente la sua presenza e influenza nel tumultuoso scenario del Medio Oriente.

Mao Ning, commentando sulle relazioni tra i due paesi, ha sottolineato: “Dall’instaurazione delle relazioni diplomatiche di 67 anni fa, i rapporti bilaterali hanno mantenuto uno sviluppo sano e stabile.” La visita di Assad, quindi, può essere vista non solo come un segno di continuità, ma anche come una testimonianza della crescente fiducia politica reciproca e della volontà di entrambe le nazioni di approfondire la cooperazione in vari settori.

In conclusione, la visita di Assad in Cina è un evento significativo che potrebbe avere ramificazioni a lungo termine per le dinamiche regionali e internazionali. Mentre il Medio Oriente continua a navigare in un periodo di incertezza, la crescente presenza della Cina nella regione potrebbe rivelarsi un fattore determinante per il futuro equilibrio di potere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: