151 Visualizzazioni

Voto Storico all’ONU: Palestina Vicina al Riconoscimento come Membro a Pieno Titolo

10 Mag 2024 - Mondo

Con 143 voti a favore, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite sostiene l'ingresso della Palestina come membro a pieno titolo, segnando un passo significativo verso il riconoscimento internazionale nonostante le tensioni e le divisioni globali.

Voto Storico all’ONU: Palestina Vicina al Riconoscimento come Membro a Pieno Titolo

Votazione all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite

Con un significativo margine di voti favorevoli, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato una risoluzione che sostiene l’ingresso della Palestina come membro a pieno titolo dell’organizzazione. Con 143 voti a favore, 9 contrari e 25 astensioni, tra cui l’Italia, la risoluzione ha ricevuto un lungo applauso, simbolo di un movimento verso il riconoscimento di uno stato palestinese indipendente. Tuttavia, il Consiglio di sicurezza dell’ONU, l’unico organo con il potere di rendere effettiva la risoluzione, deve ancora prendere una decisione finale.

Reazioni Internazionali alla Votazione

La decisione dell’Assemblea Generale ha suscitato reazioni contrastanti. Paesi come Francia e Spagna hanno espresso il loro sostegno votando a favore, mentre altri, incluso il Regno Unito e la Germania, si sono astenuti. L’Italia, pur dichiarandosi favorevole alla soluzione “due popoli due Stati”, ha scelto l’astensione, motivando la sua posizione con la necessità di raggiungere un accordo attraverso negoziati diretti tra Israele e Palestina. L’ambasciatore italiano all’ONU, Maurizio Massari, ha ribadito l’impegno dell’Italia a trovare una soluzione negoziata alla crisi in Medio Oriente.

La Reazione di Israele

L’approvazione della risoluzione ha portato a una risposta forte da parte di Israele, con l’ambasciatore israeliano all’ONU, Gilad Erdan, che ha criticato duramente il processo. Erdan ha accusato l’Assemblea di bypassare il Consiglio di sicurezza e di violare la Carta delle Nazioni Unite, descrivendo l’azione come un “imbastardimento del significato di amanti della pace”. Queste dichiarazioni riflettono l’opposizione di Israele all’ammissione dei palestinesi, posizione che continua a essere fonte di tensione internazionale.

Dibattito Politico in Italia

La decisione dell’Italia di astenersi ha scatenato un vivace dibattito interno. La segretaria del Pd, Elly Schlein, ha accolto con favore l’approvazione della risoluzione, sottolineando l’importanza di distinguere il popolo palestinese da Hamas e di promuovere la pace. D’altro canto, esponenti del Movimento 5 Stelle hanno criticato l’astensione italiana come un segno di debolezza e incoerenza con le aspirazioni di pace del paese, evidenziando una frattura politica interna sulla questione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: