99 Visualizzazioni

UE Inasprisce le Sanzioni contro l’Iran per il Trasferimento di Droni e Missili

23 Apr 2024 - Medio Oriente

L'Unione Europea annuncia l'estensione delle sanzioni contro l'Iran, includendo ora missili e ulteriori componenti di droni, in risposta al trasferimento di armamenti a gruppi supportati dall'Iran e alla Russia, nonostante le accese proteste di Teheran.

UE Inasprisce le Sanzioni contro l’Iran per il Trasferimento di Droni e Missili

L’Unione Europea espande le sanzioni contro l’Iran per l’uso di droni e missili

Josep Borrell, Alto rappresentante dell’UE per la Politica estera, ha annunciato un’estensione significativa delle sanzioni contro l’Iran. Questa decisione è stata presa al termine del Consiglio Esteri a Lussemburgo, e mira a includere non solo i droni già presenti nel regime di sanzioni, ma anche i missili, particolarmente quelli destinati alla Russia. Borrell ha inoltre specificato che le sanzioni saranno estese a nuove aree geografiche, includendo il Medio Oriente, e ha annunciato un ampliamento della lista dei componenti vietati per i droni.

Tajani supporta l’iniziativa di nuove sanzioni

Il ministro degli Esteri italiano, Antonio Tajani, ha espresso il suo pieno appoggio alle nuove sanzioni proposte dall’Unione Europea contro l’Iran. Parlando a margine del Consiglio Esteri, Tajani ha menzionato il lavoro svolto dal G7 e ha rilevato l’importanza di sanzionare l’Iran per la fornitura di droni e missili ai gruppi Houthi e Hezbollah, similmente a quanto già applicato per le cessioni alla Federazione Russa. Ha sottolineato che il sostegno a queste sanzioni era già stato espresso nel documento del G7.

La reazione irata di Teheran alle sanzioni europee

L’Iran ha risposto con forte disappunto alle nuove sanzioni imposte dall’Unione Europea. Naser Kananì, portavoce del ministero degli Esteri iraniano, ha etichettato il piano di sanzioni come “vergognoso” e ha avvertito che qualsiasi azione in tal senso sarà vista come un atto infamante nella storia europea. In una conferenza stampa a Teheran, Kananì ha anche criticato l’Unione Europea per non aver adottato sanzioni contro il regime che, secondo lui, ha commesso crimini contro il popolo palestinese. Ha inoltre fatto riferimento agli attacchi di ritorsione iraniani, come il bombardamento del consolato iraniano a Damasco e il lancio di centinaia di missili e droni contro Israele, sottolineando che tali azioni erano in risposta a aggressioni e si collocavano nel quadro delle leggi internazionali per la deterrenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: