105 Visualizzazioni

Scandalo Visti in Polonia: Scholz sollecita indagini e minaccia controlli alla frontiera

24 Set 2023 - Europa

Scandalo Visti in Polonia: Scholz sollecita indagini e minaccia controlli alla frontiera

Il Cancelliere tedesco, Olaf Scholz, ha sollecitato la Polonia a indagare seriamente sullo scandalo dei visti lavorativi, a seguito delle accuse riguardo al rilascio illegale di centinaia di migliaia di documenti da parte di funzionari corrotti. Parlando ad un raduno elettorale in Baviera in vista delle imminenti elezioni regionali, Scholz ha espresso la sua preoccupazione per la sicurezza delle frontiere tedesche.

“Lo scandalo che sta emergendo in Polonia non può e non deve essere sottovalutato. È essenziale che venga fatta luce su quanto accaduto”, ha dichiarato Scholz. “La nostra priorità è la sicurezza dei cittadini tedeschi e non possiamo permettere che migranti irregolari attraversino liberamente le frontiere”.

Di fronte alla crescente pressione derivante dall’aumento degli arrivi di migranti in Germania, il governo di Berlino sta valutando tutte le opzioni. Sebbene fino ad ora sia il cancelliere che la ministra dell’Interno abbiano evitato di introdurre controlli di frontiera, l’escalation della situazione potrebbe portare a una revisione di questa posizione.

Secondo le ultime statistiche, la Germania ha registrato oltre 204.000 richieste d’asilo nei primi otto mesi del 2023, rappresentando un aumento significativo del 77% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Questi dati evidenziano l’urgenza di una soluzione coordinata per affrontare il problema migratorio.

In questo contesto, la situazione in Polonia diventa centrale. Una stretta collaborazione tra Berlino e Varsavia sarà cruciale per gestire e risolvere la crisi. Il futuro delle relazioni bilaterali tra i due paesi, e più in generale la gestione delle migrazioni nell’area Schengen, dipenderanno in larga misura dalle azioni intraprese nei prossimi mesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: