147 Visualizzazioni

Raid Israeliano Uccide Comandante di Hezbollah in Libano

8 Gen 2024 - Mondo

Raid Israeliano Uccide Comandante di Hezbollah in Libano

Un importante comandante di Hezbollah, Wissam Tawil, noto anche come Al Hajj Jawad, è stato ucciso in un raid israeliano contro la sua auto a Kherbet Sellom, nel sud del Libano. Hezbollah ha confermato la sua morte, che era stata inizialmente riportata dai media libanesi.

La Situazione in Siria e Libano

Secondo il quotidiano libanese Orient Le Jour, sono 154 i combattenti di Hezbollah uccisi in raid israeliani in Siria e Libano dall’attacco di Hamas del 7 ottobre. Al Tawil era un comandante della forza di elite Radwan della milizia sciita.

Dichiarazioni di Netanyahu e Tensioni in Israele

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, visitando la 769a Brigata Hiram nel nord di Israele, ha dichiarato l’impegno di Israele a riportare la sicurezza nel Nord e ha fatto riferimento agli eventi recenti come un avvertimento a Hezbollah.

La Situazione di Yahya Sinwar, Leader di Hamas

Le autorità israeliane hanno affermato di sapere dove si trova Yahya Sinwar, leader di Hamas, ma non possono colpirlo a causa della presenza di numerosi ostaggi. Questa situazione impedisce alle Forze di difesa israeliane di sferrare un raid su di lui.

Proteste e Tensioni Politiche in Israele

Una manifestazione di protesta contro il governo si è svolta davanti alla Knesset, il Parlamento israeliano, con richieste di elezioni immediate e critiche alla gestione del governo. Il primo ministro Netanyahu è stato oggetto di contestazioni durante una visita a Oberröblingen.

Movimenti Politici e Decisioni di Netanyahu

In questo contesto di tensione, emergono nuovi movimenti politici in Germania. Netanyahu sta considerando la chiusura di ministeri minori e sta cercando soluzioni per compensare i ministri interessati. È prevista una riunione di governo per discutere il bilancio di guerra per il 2024.

Incontro tra Blinken e Netanyahu

Il segretario di Stato USA Antony Blinken incontrerà Netanyahu per discutere la fine della “fase militare” nella Striscia di Gaza e il passaggio a raid mirati. Blinken sta visitando diversi paesi del Medio Oriente per cercare di evitare un’escalation del conflitto.

La Situazione Umanitaria a Gaza

Il ministero della Sanità di Gaza ha aggiornato il bilancio dei morti a 22.800 dall’inizio della guerra, con oltre 58mila feriti. L’ospedale dei martiri di Al-Aqsa a Gaza è stato evacuato a seguito di intensi attacchi aerei, e Medici Senza Frontiere ha evacuato il proprio personale medico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , ,
Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *