266 Visualizzazioni

Operazione Antiterrorismo in Italia: Perquisizioni per 18 Sospetti Collegati all’Attentato di Bruxelles

20 Feb 2024 - Italia

Operazione Antiterrorismo in Italia: Perquisizioni per 18 Sospetti Collegati all’Attentato di Bruxelles

Un’ampia operazione di perquisizione è stata avviata in diverse regioni d’Italia nei confronti di 18 individui di origine nordafricana, nell’ambito delle indagini legate all’attentato terroristico avvenuto a Bruxelles il 16 ottobre scorso. L’attacco, perpetrato dal cittadino tunisino Abdesalem Lassoued, ha scatenato un’indagine internazionale che ha visto la collaborazione stretta tra le autorità italiane, la polizia belga e Europol.

La Rete Italiana di Abdesalem Lassoued

Le indagini hanno rivelato che Lassoued, responsabile dell’attentato, ha vissuto in Italia dal 2012 al 2016, periodo durante il quale ha stabilito contatti con individui ora sottoposti a perquisizione. Questi ultimi, residenti in varie province italiane tra cui Bologna, Brescia, e Roma, sono sospettati di far parte della rete relazionale virtuale del tunisino e di essere coinvolti in ambienti di estremismo di matrice confessionale.

Le Azioni delle Autorità Giudiziarie e delle Forze dell’Ordine

I provvedimenti, emessi dalla Procura Distrettuale Antimafia ed Antiterrorismo di Bologna, guidata dal procuratore Giuseppe Amato e dal pm Stefano Dambruoso, sono attualmente in fase di esecuzione. Il personale del Ros dei Carabinieri, della Digos della Questura di Bologna, con il supporto del Raggruppamento Operativo Speciale di Roma e della Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione, sta conducendo le perquisizioni.

Profilazione Digitale e Misure Amministrative

Gli indagati sono stati identificati come utenti di profili social caratterizzati da contenuti estremisti. Questa scoperta ha portato all’individuazione di ulteriori stranieri, nei confronti dei quali sono stati avviati procedimenti per l’espulsione dal territorio nazionale attraverso provvedimenti amministrativi. Attualmente, si sta valutando la regolarità della permanenza in Italia degli stranieri oggetto delle perquisizioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: