144 Visualizzazioni

Michela Murgia: L’Addio alla Penna Ribelle della Letteratura Italiana

11 Ago 2023 - Italia

Michela Murgia: L’Addio alla Penna Ribelle della Letteratura Italiana

Michela Murgia, una delle voci più influenti della letteratura italiana contemporanea, ci ha lasciato a soli 51 anni, vittima di un tumore al rene. La sua scomparsa ha lasciato un vuoto incolmabile nel panorama culturale e politico italiano, ma il suo retaggio continua a risplendere attraverso le parole e le idee che ha condiviso con il mondo.

Nata a Cabras, in Sardegna, Murgia ha esordito nel 2006 con “Il mondo deve sapere”, un’opera che denuncia il mondo dei call center, nata dalla sua esperienza personale come lavoratrice precaria. Questa opera è stata successivamente trasformata in un film da Paolo Virzì. Tuttavia, il suo grande successo è arrivato con “Accabadora”, un romanzo che ha dato voce ai matriarcati sardi, vincendo premi come il Campiello.

Oltre alla sua carriera letteraria, Murgia ha sempre avuto una visione profondamente politica della vita. Si è candidata alla presidenza della Regione Sardegna nel 2014 con la coalizione Sardegna possibile, dimostrando il suo impegno per la sua terra natale. La sua idea di “famiglia queer”, che va oltre i legami di sangue o i sigilli dello Stato, ha sfidato le convenzioni e ha celebrato l’amore in tutte le sue forme.

La sua passione per le questioni di genere e femminismo è evidente in opere come “God save the queer”, un libro che combina la sua formazione cattolica con il femminismo. Ha anche esplorato temi come l’eutanasia, l’adozione e il patriarcato in vari libri e saggi.

Un Eterno Ricordo:

Michela Murgia non è stata solo una scrittrice, ma una forza della natura che ha sfidato le convenzioni e ha aperto nuove strade nel panorama culturale e politico italiano. La sua eredità, fatta di parole, idee e battaglie, rimarrà come un faro per le future generazioni, un monito sull’importanza di lottare per un mondo più giusto e inclusivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , ,

One response

  1. Vittorio Barbieri ha detto:

    Sono completamente, d’accordo oltreché assai dispiaciuto per la sua scomparsa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: