60 Visualizzazioni

Meloni a Caivano: sicurezza, legalità e riapertura del centro sportivo

31 Ago 2023 - Italia

Meloni a Caivano: sicurezza, legalità e riapertura del centro sportivo

La presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ha visitato oggi Caivano, la città della provincia di Napoli teatro di un violento episodio di stupro di gruppo.
Meloni ha incontrato i residenti e le forze dell’ordine, esprimendo solidarietà alle vittime e annunciando misure per contrastare il degrado e la criminalità.

Nel corso di un punto stampa, Meloni ha dichiarato: “Sono qui per portare il messaggio del governo: basta con la violenza, serve sicurezza e legalità. Non possiamo tollerare che ci siano zone franche dove regna la legge della giungla. Chi commette reati deve pagare e chi vive onestamente deve essere tutelato”.

La presidente ha ricordato che il governo ha stanziato 500 milioni di euro per il potenziamento delle forze dell’ordine, con l’assunzione di 15 mila nuovi agenti e l’acquisto di nuove attrezzature. Ha inoltre annunciato che verrà istituita una task force per monitorare la situazione di Caivano e delle altre aree a rischio, con l’obiettivo di ripristinare l’ordine pubblico e il decoro urbano.

Meloni ha anche sottolineato l’importanza di intervenire sul piano sociale ed educativo, promuovendo la cultura del rispetto e della legalità tra i giovani. Ha infine ringraziato ha invitato tutti i cittadini a collaborare con le istituzioni per riscattare Caivano dal degrado e dalla violenza.

I ministri presenti a Caivano durante la visita della Meloni sono stati il ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, il ministro dell’Istruzione, Giuseppe Valditara, e il ministro per lo Sport e i Giovani, Andrea Abodi . Inoltre, erano presenti il sottosegretario di Stato Alfredo Mantovano e il capo della Polizia Vittorio Pisani. La Meloni ha incontrato anche il vescovo di Aversa Angelo Spinillo e il parroco Maurizio Patriciello .

Uno dei temi principali affrontati dalla Meloni è stato quello del centro sportivo Delphinia sporting club, una struttura di 25 mila metri quadri che comprendeva una piscina, un campo da calcio, una palestra e altri servizi per lo sport e il tempo libero. Il centro è stato chiuso nel 2018 a causa di problemi economici e gestionali, e da allora è diventato un luogo di degrado, abbandono e violenza . Qui si sono consumati alcuni degli stupri ai danni di due cuginette di 11 e 12 anni, che hanno scosso l’opinione pubblica e richiamato l’attenzione delle istituzioni .

La presidente del Consiglio ha annunciato che il governo intende riaprire il centro sportivo entro la prossima primavera, coinvolgendo il genio militare per ripulirlo e affidandone la gestione alle Fiamme oro della Polizia di Stato. L’obiettivo è quello di restituire alla città e ai giovani uno spazio di aggregazione, sport e legalità, contrastando il fenomeno della criminalità organizzata e della droga. La Meloni ha anche promesso di stanziare fondi per le scuole e per la bonifica del territorio.

La conferenza stampa della Meloni a Caivano ha suscitato reazioni contrastanti da parte degli abitanti del comune, che si trovano a vivere in una situazione di degrado e insicurezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: