312 Visualizzazioni

Marine Le Pen e Matteo Salvini: uniti per la difesa delle libertà e dell’identità europea a Pontida

17 Set 2023 - Italia

Marine Le Pen e Matteo Salvini: uniti per la difesa delle libertà e dell’identità europea a Pontida

A Pontida, Marine Le Pen, leader del Rassemblement National, e Matteo Salvini, capo della Lega, hanno ribadito il loro impegno comune per la difesa delle libertà nazionali e dell’identità europea.

“Siamo tutti impegnati, voi in Italia e noi in Francia, nella stessa lotta, per le nostre libertà, per i nostri popoli”, ha esordito Le Pen, sottolineando l’importanza della Lega nella costruzione dell’Europa che desidera. Ha infine concluso, ribadendo la necessità di difendere l’identità e la cultura europea da minacce esterne, “Noi difendiamo i nostri porti… l’Europa intera guardava all’Italia con ammirazione”.

L’incontro ha avuto momenti di leggerezza, come quando Salvini ha regalato a Le Pen un libro sulle realizzazioni di ponti nel mondo, in riferimento al collegamento progettato tra Calabria e Sicilia.

Tuttavia, la serietà delle loro preoccupazioni sul futuro dell’Europa era palpabile. Parlando del flusso migratorio e dei rischi associati, Le Pen ha sottolineato: “L’Europa non può considerare Lampedusa come un confine italiano perché è un problema europeo”. Luca Zaia, presidente del Veneto, ha poi aggiunto sul palco che la capacità dell’Italia di affrontare il problema dell’immigrazione da sola è insostenibile.

Il messaggio generale della giornata era chiaro: una forte chiamata all’unità tra nazioni sovrane, con una visione comune di un’Europa forte e indipendente.

Salvini, durante la manifestazione, ha reso omaggio a Roberto Maroni e Silvio Berlusconi, due figure fondamentali nella storia della Lega e dell’Italia.

L’evento non è stato senza assenze note. Umberto Bossi, il fondatore della Lega, non era presente, alimentando ulteriori speculazioni sul suo rapporto attuale con il partito.

Roberto Calderoli, Ministro per gli Affari regionali e le autonomie, ha concluso la giornata proclamando che il “2024 sarà l’anno dell’autonomia”, sottolineando l’importanza di una maggiore autonomia regionale in Italia.

In definitiva, l’evento ha mostrato una forte unità tra le forze conservatrici europee, tutte determinate a proteggere e preservare le libertà e l’identità dei loro popoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *