119 Visualizzazioni

Macron Scatena la Rabbia del Cremlino: La Francia è Pronta ad Entrare in Guerra contro la Russia?

7 Giu 2024 - Europa

Le dichiarazioni di Macron sulla guerra in Ucraina provocano dure reazioni da Mosca: "Provocazioni che alimentano la tensione". La Francia invierà caccia Mirage 2000 e creerà una brigata in Ucraina. Cresce il rischio di un'escalation in Europa.

Macron Scatena la Rabbia del Cremlino: La Francia è Pronta ad Entrare in Guerra contro la Russia?

In un’intervista rilasciata a Tf1 e France 2, il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato l’intenzione di inviare a Kiev caccia di quarta generazione ‘Mirage 2000’, di addestrare piloti ucraini e di creare ”una brigata francese” in Ucraina. Questa dichiarazione ha scatenato una dura reazione da parte del Cremlino, con il portavoce Dmitry Peskov che ha definito le parole di Macron ”provocatorie” e ha accusato il leader francese di alimentare la tensione in Europa.

Il Cremlino Accusa: “Provocazioni che Alimentano la Tensione”

Dmitry Peskov, portavoce del Cremlino, ha espresso una dura condanna delle dichiarazioni di Macron. “Il signor Macron dimostra un sostegno assoluto al regime di Kiev e dichiara la disponibilità alla partecipazione diretta della Repubblica francese in un conflitto militare”, ha affermato Peskov, citato da Ria Novosti. Secondo Peskov, queste parole non fanno altro che esacerbare la situazione già tesa in Europa, rischiando di provocare ulteriori escalation.

Putin ed Erdogan: Dialogo e Cooperazione

Nel frattempo, Peskov ha confermato che il presidente russo Vladimir Putin incontrerà il leader turco Recep Tayyip Erdogan “il prima possibile”. Ha aggiunto che “i contatti tra la Russia e la Turchia continueranno nel prossimo futuro”, sottolineando l’importanza del dialogo economico tra i due paesi nonostante le difficoltà attuali. Questo incontro potrebbe rappresentare un tentativo di Mosca di rafforzare le sue alleanze in un contesto internazionale sempre più complesso.

Zelensky: “Putin come Hitler, l’Europa a un Bivio”

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, intervenendo all’Assemblea nazionale francese, ha ringraziato i parlamentari per il loro sostegno, affermando che “l’Europa non è più un continente in pace” a causa dell’aggressione russa. Zelensky ha paragonato le azioni di Putin a quelle di Adolf Hitler, sostenendo che il leader russo sta oltrepassando le linee rosse senza scrupoli. Ha inoltre esortato l’Europa a fare di più per garantire la pace, avvertendo che la destabilizzazione del continente è un rischio concreto se l’Ucraina non dovesse prevalere.

Tajani: “L’Italia Non Parteciperà alla Guerra”

In Italia, il vicepremier e ministro degli Esteri Antonio Tajani ha ribadito la posizione del governo italiano in merito al conflitto in Ucraina. Ospite a ‘L’Aria che tira’ su La7, Tajani ha dichiarato: “Putin alla vigilia del voto europeo fa propaganda, un po’ di guerra ibrida. Difendiamo con grande determinazione l’indipendenza dell’Ucraina però non manderemo un soldato italiano a combattere in Ucraina contro i russi” e “non manderemo armi italiane” da utilizzare “in territorio russo”. Tajani ha sottolineato che, sebbene Macron possa fare ciò che ritiene opportuno, l’Italia non è in guerra con la Russia.

Guerra di Droni tra Mosca e Kiev

La guerra di droni tra Mosca e Kiev continua senza sosta. I sistemi di difesa aerea russi hanno distrutto 28 droni ucraini sulla Crimea, sul Mar d’Azov e in altre regioni. Allo stesso tempo, le forze ucraine hanno abbattuto 48 droni di tipo Shahed e 5 missili da crociera. Gli attacchi russi hanno preso di mira infrastrutture critiche ucraine, provocando incendi e danni significativi.

Attacco su Luhansk

Un attacco condotto dalle forze armate ucraine con missili Atacms sull’oblast di Luhansk, controllata dai russi, ha provocato almeno 22 feriti. Tra i feriti si contano anche due bambini. L’agenzia di stampa Tass ha riferito che potrebbero esserci persone sotto le macerie di un palazzo crollato a causa dell’attacco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: