64 Visualizzazioni

Esplosione a Gaza: Grave Danno alla Principale Clinica di Fertilità

18 Apr 2024 - Medio Oriente

L'attacco del dicembre scorso ha devastato il centro Ivf Al Basma di Gaza City, distruggendo risorse vitali per la fertilità assistita e gettando ombre sul futuro riproduttivo di molte coppie nella regione.

Esplosione a Gaza: Grave Danno alla Principale Clinica di Fertilità

Impatto di un attacco sulla clinica di fertilità a Gaza

A dicembre, la più grande clinica di fertilità di Gaza è stata gravemente danneggiata a seguito dell’esplosione causata da una granata. L’incidente ha compromesso cinque serbatoi di azoto liquido, provocando la perdita totale di oltre 5.000 embrioni e campioni di sperma e ovuli. Reuters ha fornito una dettagliata cronaca dei danni subiti dalla struttura.

Conseguenze dell’esplosione

Il danno alla clinica non si limita alla perdita materiale, ma si estende alle implicazioni a lungo termine per la fertilità assistita nella regione. Il centro Ivf Al Basma di Gaza City, prima considerato una risorsa importante per molte coppie, ora rappresenta un esempio di come i conflitti possano influenzare profondamente aspetti specifici della vita civile.

Contesto demografico di Gaza

Il tasso di natalità di Gaza è uno dei più alti della regione, con 3,38 nati per donna, secondo l’ufficio palestinese di statistica. Allo stesso tempo, l’infertilità sta aumentando, un fenomeno osservato non solo a Gaza ma in tutto il mondo. Bahaeldeen Ghalayini, fondatore della clinica danneggiata e specialista in ginecologia, ha commentato l’impatto emotivo e pratico della perdita degli embrioni.

Ripercussioni sulla fecondazione in vitro

Prima dell’attacco, la clinica Al Basma era uno dei principali centri di fecondazione in vitro a Gaza e custodiva la maggior parte degli embrioni congelati della zona. La guerra ha intensificato le difficoltà nel mantenere operativi i serbatoi di azoto liquido, essenziali per la conservazione degli embrioni, specialmente dopo il taglio delle forniture di elettricità e carburante, come spiegato da Mohammed Ajjour, capo embriologo della clinica.

Prospettive future

Il futuro della fecondazione in vitro a Gaza appare incerto. L’accesso limitato a risorse essenziali, aggravato dal conflitto in corso, pone sfide significative per le coppie che cercano assistenza nella fertilità. La distruzione della clinica Al Basma evidenzia le complesse interazioni tra infrastrutture sanitarie e stabilità regionale, mostrando come le crisi possano avere ripercussioni durature oltre i confini immediati del conflitto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: