84 Visualizzazioni

Escalation a Gaza: IDF Controlla Rafah e Blocca Aiuti, Cresce la Tensione Internazionale

7 Mag 2024 - Medio Oriente

Le forze israeliane hanno preso il controllo del valico di Rafah, chiudendo cruciali punti di accesso umanitario alla Striscia di Gaza e interrompendo l'arrivo di aiuti. Mentre la tensione sale, la comunità internazionale osserva con preoccupazione crescente, sperando in una rapida de-escalation e ripresa dei colloqui di pace.

Escalation a Gaza: IDF Controlla Rafah e Blocca Aiuti, Cresce la Tensione Internazionale

Controllo del Valico di Rafah e Impatto Umanitario

Questa mattina, le Forze di difesa israeliane (IDF) hanno preso il controllo del valico di Rafah, situato al confine tra l’Egitto e la parte meridionale della Striscia di Gaza. Questa mossa ha portato alla chiusura del valico sul lato palestinese, bloccando l’arrivo di aiuti umanitari destinati alla popolazione locale.

Chiusura dei Valichi e Risposta Israeliana

Le IDF hanno anche chiuso per motivi di sicurezza il valico di Kerem Shalom, che collega Israele alla Striscia di Gaza, e il valico di Erez. Secondo le dichiarazioni delle IDF, i valichi “verranno riaperti non appena le condizioni lo permetteranno.” Queste chiusure si verificano in un momento di alta tensione e hanno interrotto tutti i flussi di aiuto essenziali verso la Striscia di Gaza.

Giustificazione dell’Operazione Israeliana

Le IDF sostengono che l’operazione a Rafah è stata una risposta diretta all’uso del valico per “scopi terroristici.” In una comunicazione rilasciata, le forze israeliane hanno citato l’uccisione di circa 20 miliziani di Hamas e la scoperta di tre tunnel operativi come risultati dell’operazione di precisione. Le autorità hanno incoraggiato i residenti della zona orientale di Rafah a evacuare temporaneamente per la loro sicurezza.

Reazione di Hamas e Implicazioni Politiche

Hamas ha etichettato il raid su Rafah come una “pericolosa escalation” e un attacco contro una struttura civile protetta dal diritto internazionale, vedendo in questo un tentativo di far fallire i negoziati per un cessate il fuoco. L’organizzazione ha chiamato la comunità internazionale, inclusi gli Stati Uniti, a fare pressione su Israele per fermare l’escalation.

Iniziativa del Qatar e Ripresa dei Negoziazioni

Una delegazione del Qatar è arrivata al Cairo per partecipare ai negoziati indiretti tra Israele e Hamas, facilitati dall’Egitto e dal Qatar. Questi sforzi mirano a stabilire un cessate il fuoco duraturo e condizioni migliori per la consegna di aiuti umanitari.

Gravità della Situazione Umanitaria

L’Unrwa e altre organizzazioni umanitarie hanno espresso profonda preoccupazione per la chiusura dei valichi, che impedisce l’arrivo di aiuti essenziali a Gaza. Con quasi 35.000 palestinesi uccisi e oltre 78.000 feriti dal 7 ottobre, la situazione umanitaria nella Striscia è critica, con un aumento della fame e delle malattie.

Appello Internazionale per l’Umanità e la Pace

Il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, ha condannato l’operazione israeliana a Rafah per le sue “devastanti conseguenze umanitarie”, e ha rinnovato l’appello per una soluzione pacifica e umana alla crisi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: