155 Visualizzazioni

Dossieraggio illecito nell’antimafia: cosa sappiamo finora

4 Ago 2023 - Italia

Dossieraggio illecito nell’antimafia: cosa sappiamo finora

La procura di Perugia, guidata dal procuratore Raffaele Cantone, sta indagando su un presunto dossieraggio illecito ai danni di politici, manager, giornalisti e altre persone esposte, operato da un maresciallo della Guardia di Finanza che per diverso tempo è stato a servizio della Direzione nazionale antimafia (Dna).

L’indagine è nata da una denuncia del ministro della Difesa Guido Crosetto, che nell’ottobre 2022 ha segnalato la pubblicazione su alcuni giornali di notizie riservate relative alla sua precedente attività professionale.

Crosetto ha parlato di “un tentativo di condizionare la composizione del nuovo governo attraverso l’acquisizione illecita e la diffusione strumentale di notizie false” per attaccarlo.

Il maresciallo indagato faceva parte di un gruppo di lavoro che si occupava dello sviluppo delle Sos, le segnalazioni di operazioni sospette che Bankitalia invia alla Dna e alla Finanza per verificare eventuali casi di riciclaggio.

I nomi illustri

Secondo l’accusa, il militare avrebbe effettuato accessi abusivi ai sistemi informatici per acquisire dati sensibili su oltre cento nomi illustri, tra cui Matteo Renzi, Giuseppe Conte, Rocco Casalino e Francesco Totti.

Gli investigatori stanno cercando di capire quali fossero le finalità del dossieraggio e se ci fossero dei mandanti o dei complici.

Il caso ha scosso l’antimafia e ha sollevato interrogativi sulla sicurezza dei dati personali e sul rispetto della privacy.

Il procuratore Cantone ha dichiarato di voler fare chiarezza su questa vicenda “che potrebbe avere effetti deflagranti sulle istituzioni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: