409 Visualizzazioni

Colpo di Scena in Liguria: La Sfiducia a Giovanni Toti Fallisce Clamorosamente!

5 Giu 2024 - Italia

In una giornata di tensioni e accuse, il governatore ai domiciliari Giovanni Toti mantiene il suo posto grazie al voto contrario del Consiglio Regionale. Scopri i dettagli della sua appassionata difesa e le reazioni delle opposizioni.

Colpo di Scena in Liguria: La Sfiducia a Giovanni Toti Fallisce Clamorosamente!

La mozione di sfiducia nei confronti del governatore Giovanni Toti non è stata approvata. Toti, attualmente ai domiciliari dal 7 maggio scorso con l’accusa di corruzione e voto di scambio, ha visto respingere la mozione con 18 voti contrari e 11 favorevoli.

La lettera di Toti al Consiglio regionale

Nonostante l’assenza fisica di Toti dal Consiglio, il capogruppo della sua Lista, Alessandro Bozzano, ha dato voce al governatore leggendo una sua lunga lettera. Nella missiva, Toti ha espresso dure critiche verso le opposizioni, accusandole di miopia politica e di tentare una spallata che non avrebbe avuto successo. Ha sottolineato come, dopo anni di sconfitte, la sinistra stia cercando di recuperare terreno sfruttando un’inchiesta giudiziaria ancora in fase preliminare.

La lettera di Toti ha messo in evidenza l’inadeguatezza delle opposizioni a guidare la regione, accusandole di sfruttare l’eco di un’inchiesta senza rinvii a giudizio per colpire politicamente. Ha criticato la mozione di sfiducia come un atto di debolezza politica e di subordinazione ai poteri giudiziari, evidenziando la mancanza di una proposta politica solida da parte delle opposizioni.

Toti ha difeso l’operato della sua amministrazione, sottolineando come la maggioranza sia stata in grado di assumersi le responsabilità necessarie per governare la regione, a differenza delle opposizioni. Ha espresso gratitudine verso il presidente ad interim Alessandro Piana, riconoscendo il suo impegno e lavoro.

Il dibattito in Consiglio

Le parole di Toti sono state accompagnate da un coro compatto del centrodestra, che ha respinto fermamente la sfiducia e le richieste di dimissioni. Alessandro Piana, presidente ad interim, ha ribadito la solidità della maggioranza e la determinazione a portare avanti il mandato fino alla scadenza naturale, salvo diverse indicazioni da Toti, che al momento non sono arrivate.

Le reazioni delle opposizioni

Il centrosinistra, guidato dal capogruppo del PD Luca Garibaldi, ha ribadito la necessità delle dimissioni di Toti, denunciando il fallimento politico e gestionale del centrodestra e parlando di una degenerazione etica e politica. Tuttavia, queste accuse non hanno trovato il riscontro necessario per ribaltare la maggioranza in Consiglio.

L’inchiesta

Mentre in Consiglio si discuteva, al Palazzo di Giustizia proseguiva l’audizione della Soprintendente alle Belle Arti, Cristina Bartolini, nell’ambito dell’inchiesta che coinvolge Toti. Bartolini ha parlato della vicenda del riempimento di Calata Concenter, esprimendo perplessità sul progetto a causa di un vincolo ministeriale. Nei prossimi giorni, altre figure chiave saranno ascoltate, continuando così l’iter giudiziario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: