103 Visualizzazioni

Bonus Benzina e Tagli sul Gas: il Governo lancia il salvagente da 1,3 miliardi contro il caro-energia

25 Set 2023 - Italia

Bonus Benzina e Tagli sul Gas: il Governo lancia il salvagente da 1,3 miliardi contro il caro-energia

Nel quadro di un panorama socio-economico che vede le famiglie sempre più alle prese con il costante aumento dei costi energetici, il governo ha varato misure d’intervento decisive per contrastare queste problematiche. Un’attesa misura prevede uno stanziamento di 1,3 miliardi di euro destinato al sostegno delle famiglie per il quarto trimestre.

Il Bonus Benzina e la Social Card

Una delle novità significative riguarda la social card, conosciuta anche come “Dedicata a te”. Le famiglie che possiedono questa card e hanno un ISEE non superiore a 15mila euro avranno la possibilità di utilizzare un bonus benzina di 80 euro, con un impegno complessivo di circa 100 milioni da parte dello Stato. Questo permette alle famiglie in difficoltà non solo di affrontare le spese di prima necessità, ma anche di gestire costi legati alla mobilità.

Oneri Azzerati sul Gas e IVA al 5%

In risposta alle crescenti tensioni riguardanti i costi del gas, il decreto conferma azioni decise: l’eliminazione degli oneri di sistema e l’applicazione di un’IVA agevolata al 5%. Questi provvedimenti rappresentano un passo avanti significativo per ridurre l’onere delle bollette sulle famiglie italiane.

Sostegni per le Imprese Energivore

La situazione delle imprese energivore, ovvero quelle che hanno un consumo di energia elettrica molto elevato, vede un cambiamento a seguito delle nuove linee guida dell’Unione europea sugli aiuti di Stato a fini ambientali. Dal 2024, queste imprese vedranno modificarsi le riduzioni in bolletta legate agli oneri del sistema elettrico, in linea con le nuove normative europee.

La Sanatoria Sugli Scontrini e il Ravvedimento Operoso

Il tema degli scontrini ha suscitato notevoli polemiche. Il nuovo decreto propone una soluzione equilibrata, offrendo alle attività commerciali la possibilità di regolarizzarsi attraverso il ravvedimento operoso, evitando così pesanti sanzioni e salvaguardando circa 50mila esercizi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: