99 Visualizzazioni

AfD in crescita nei sondaggi: il partito di estrema destra sfida i moderati in Germania

5 Lug 2023 - Approfondimenti Politici

AfD in crescita nei sondaggi: il partito di estrema destra sfida i moderati in Germania

L’Alternative für Deutschland (AfD), il partito di estrema destra tedesco, sta guadagnando sempre più consensi tra gli elettori, soprattutto nella Germania orientale, dove si prepara a sfidare i partiti moderati nelle elezioni regionali del 2024. Secondo i sondaggi, l’AfD è il primo o il secondo partito in Sassonia, Brandeburgo e Turingia, con percentuali intorno al 30%. Il partito, che fa parte del gruppo europarlamentare Identità e democrazia insieme alla Lega e al Rassemblement National di Marine Le Pen, ha anche ottenuto due successi storici nelle ultime settimane: l’elezione del primo amministratore distrettuale e del primo sindaco dell’AfD in due piccoli comuni della Turingia e della Sassonia.

La situazione politica in Germania

Questi risultati hanno scosso la politica tedesca, dove l’AfD è considerata una forza estremista e ostracizzata dagli altri partiti. La CDU/CSU, il partito di centrodestra che guida la coalizione di governo con i socialdemocratici dell’SPD, i Verdi e i liberali dell’FDP, è divisa tra chi vorrebbe aprire al dialogo con l’AfD e chi invece rifiuta qualsiasi collaborazione. L’SPD, che ha vinto le elezioni federali del 2021 con il cancelliere Olaf Scholz, è in difficoltà nei sondaggi e rischia di perdere terreno a favore dei Verdi o della Linke, il partito di sinistra radicale.

Come mai cresce l’AfD

Quali sono le ragioni della crescita dell’AfD? Secondo gli analisti, ci sono diversi fattori che hanno favorito il partito di estrema destra. Tra questi, la guerra in Ucraina, che ha aumentato la tensione tra la Germania e la Russia, un partner commerciale importante per molti tedeschi; l’inflazione, che ha eroso il potere d’acquisto dei cittadini; la legge sulle caldaie, che impone dal 2024 l’uso di almeno il 65% di energia rinnovabile per i nuovi impianti di riscaldamento, una misura vista come troppo costosa e invasiva da molti proprietari di case; la crisi della pandemia da Covid-19, che ha accentuato le disuguaglianze sociali e territoriali; il malcontento verso la politica tradizionale, percepita come lontana dalle esigenze reali della gente.

Difesa dell’identità nazionale

L’AfD si propone come l’alternativa a questo scenario, sfruttando temi come la difesa dell’identità nazionale, la critica all’immigrazione, la sovranità economica e monetaria, la sicurezza interna ed esterna, la libertà individuale. Il partito ha anche saputo attrarre voti da diverse fasce sociali: dai lavoratori ai pensionati, dai giovani ai disoccupati, dai professionisti ai piccoli imprenditori. Inoltre, l’AfD ha beneficiato della scarsa mobilitazione degli altri partiti nelle zone rurali e periferiche della Germania orientale, dove si sente forte il senso di abbandono e di frustrazione.

Germania spaccata

Tuttavia, non tutti i tedeschi sono favorevoli all’ascesa dell’AfD. Secondo un sondaggio Forsa pubblicato martedì per “Stern”, il 73% degli elettori ritiene giusto che gli altri partiti escludano alleanze con l’ultradestra tedesca, mentre solo il 22% la pensa diversamente. Nella Germania occidentale, la percentuale di contrari all’AfD sale all’80%, mentre nella Germania orientale scende al 60%. Inoltre, molti osservatori mettono in dubbio la capacità dell’AfD di governare efficacemente e responsabilmente, vista la sua natura eterogenea e conflittuale. Il partito infatti è attraversato da diverse correnti interne, che vanno dal nazional-conservatorismo al populismo, dal liberalismo al nazional-socialismo. Alcuni esponenti dell’AfD sono stati accusati di avere legami con gruppi neonazisti o di aver espresso posizioni antisemite, xenofobe, omofobe o negazioniste.

Una sfida per la Germania e per l’Europa

L’AfD rappresenta quindi una sfida per la democrazia tedesca e per l’Europa. Il partito ha già annunciato che alle elezioni europee del 2024 si presenterà con una piattaforma comune con gli altri partiti sovranisti, tra cui la Lega di Matteo Salvini, che ha espresso la sua ammirazione per l’AfD e ha invitato i partiti di destra a fare alleanze con essa. L’obiettivo è quello di cambiare l’Unione Europea dall’interno, riducendone le competenze e le politiche comuni, in particolare su temi come l’immigrazione, l’ambiente, la moneta unica, la difesa. Se l’AfD riuscirà a confermare i suoi successi elettorali, potrebbe avere un ruolo chiave nel determinare il futuro dell’Europa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: