458 Visualizzazioni

Ucraina: la Russia prende Sumy: 350 vittime nell’avanzata verso Toretsk

29 Giu 2024 - Geopolitica

L'insediamento di Sumy, vicino a Toretsk, è sotto il controllo russo. Mosca rivendica l'avanzata, mentre il bilancio delle vittime cresce.

Ucraina: la Russia prende Sumy: 350 vittime nell’avanzata verso Toretsk

La Russia prende il controllo dell’insediamento di Sumy vicino a Toretsk

Nelle ultime ore, le forze armate russe hanno annunciato di aver preso il controllo dell’insediamento di Sumy, situato vicino a Toretsk, nella regione ucraina di Donetsk. Questa avanzata rappresenta un significativo sviluppo nel conflitto in corso, dove le truppe di Mosca continuano a spingere verso ovest, cercando di consolidare il controllo su territori strategici.

L’avanzata delle forze russe

Il Ministero della Difesa russo ha comunicato che le loro truppe hanno effettuato operazioni militari decisive per garantire il controllo dell’area. Sumy, trovandosi in una posizione chiave, è stata teatro di intensi combattimenti nelle ultime settimane. Le forze ucraine, nonostante la strenua resistenza, sono state costrette a ritirarsi, lasciando il controllo dell’insediamento ai russi.

Le vittime del conflitto

Secondo il Ministero della Difesa russo, durante le operazioni ci sono state circa 350 vittime, tra cui combattenti e civili. Queste cifre, sebbene difficili da verificare in modo indipendente, evidenziano l’intensità e il costo umano del conflitto nella regione di Donetsk. Le perdite continuano a suscitare preoccupazione a livello internazionale, con molte organizzazioni che chiedono un cessate il fuoco immediato e l’avvio di negoziati di pace.

La situazione sul campo

La presa di Sumy segna un punto cruciale nell’offensiva russa nell’area di Donetsk. L’avanzata verso ovest mira a consolidare il controllo su importanti snodi logistici e a interrompere le linee di rifornimento delle forze ucraine. Mentre le truppe di Mosca avanzano, le tensioni internazionali continuano a crescere, con i paesi occidentali che valutano ulteriori sanzioni e misure di supporto all’Ucraina.

Reazioni internazionali

La comunità internazionale segue con attenzione gli sviluppi nella regione, condannando le operazioni militari russe e chiedendo una de-escalation del conflitto. I governi occidentali, compresa l’Unione Europea e gli Stati Uniti, hanno espresso solidarietà all’Ucraina, ribadendo la necessità di una soluzione diplomatica per evitare ulteriori spargimenti di sangue.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: