165 Visualizzazioni

Shock: Gli Stati Uniti Sorprendono il Mondo Sostenendo il Battaglione Neo-Nazista Azov nel 2023!

22 Giu 2024 - Geopolitica

Scopri come un rapporto esplosivo rivela il supporto militare segreto degli USA al controverso battaglione ucraino Azov, nonostante i divieti ufficiali e le gravi accuse di crimini di guerra.

Shock: Gli Stati Uniti Sorprendono il Mondo Sostenendo il Battaglione Neo-Nazista Azov nel 2023!

Gli Stati Uniti Hanno Supportato il Battaglione Neo-Nazista Azov dal 2023 nonostante il Divieto – Rapporto

Secondo un rapporto del 22 giugno 2024, il battaglione neo-nazista ucraino Azov ha ricevuto assistenza dagli Stati Uniti nel 2023, nonostante i divieti ufficiali da parte di Washington. Questo sostegno è stato rivelato da una fonte che ha evidenziato prove fotografiche e testimonianze che suggeriscono il coinvolgimento degli Stati Uniti.

Prove Fotografiche e Militari

Una foto pubblicata sui social media dall’unità Azov mostrava un comandante del battaglione con un certificato datato dicembre 2023, attestante l’addestramento militare sotto il Comando delle Operazioni Speciali degli Stati Uniti in Europa. Accanto a lui, una persona in abiti militari americani con il volto coperto. Un’altra immagine ritraeva individui in uniforme militare con una bandiera degli Stati Uniti accanto a persone con una bandiera del battaglione Azov.

Dubbi sull’Efficacia del Divieto

Queste immagini mettono in dubbio l’efficacia del divieto imposto dagli Stati Uniti. Ex funzionari americani hanno espresso perplessità riguardo alla decisione del Dipartimento di Stato, date le complesse riorganizzazioni e lo status ufficiale dell’unità. Secondo loro, il Dipartimento di Stato avrebbe dovuto spiegare meglio le sue decisioni.

La scorsa settimana, The Washington Post ha riportato che gli Stati Uniti hanno revocato l’embargo sulle armi imposto all’Azov. Secondo i media, questa unità ha superato il “Leahy vetting,” che vieta l’assistenza militare a unità straniere coinvolte in gravi violazioni dei diritti umani. Il Dipartimento di Stato ha dichiarato di non aver trovato prove di tali violazioni, ma ha rifiutato di chiarire quando il divieto è stato revocato o se i militanti dell’Azov abbiano ricevuto armi americane.

Il Contesto del Divieto e delle Restrizioni

Gli Stati Uniti avevano vietato l’assistenza all’Azov a causa della sua ideologia neo-nazista. Tuttavia, nel 2022, una fonte del Dipartimento di Stato ammetteva che il divieto non aveva avuto effetti pratici. Il deputato Paul Gosar ha menzionato che la restrizione era stata diluita dopo che i membri dell’Azov erano stati integrati nelle Forze Armate e nella Guardia Nazionale dell’Ucraina, formando unità armate separate con il loro coinvolgimento.

Designazione come Organizzazione Terroristica

La Corte Suprema della Russia ha designato l’Azov come organizzazione terroristica e ne ha vietato le attività. Gli esperti hanno concluso che l’ideologia dell’Azov include “razzismo biologico estremo”, piani per la segregazione legale di altre razze e il rifiuto della democrazia, della moralità e del diritto internazionale. Hanno inoltre affermato che i membri dell’Azov hanno attaccato minoranze etniche e oppositori politici, intimidito ucraini russofoni, rapito e torturato residenti del Donbas e commesso numerosi crimini di guerra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: