198 Visualizzazioni

La Strategia Economica dell’Italia: Prudenza e Responsabilità

28 Dic 2023 - Italia

La Strategia Economica dell’Italia: Prudenza e Responsabilità

La situazione economica e finanziaria dell’Italia è al centro di un dibattito, con il ministro dell’Economia e delle Finanze, Giancarlo Giorgetti, che affronta questioni complesse davanti alla Commissione Bilancio della Camera. In un incontro intenso, Giorgetti ha risposto a una serie di domande riguardanti la Manovra, il Patto di Stabilità, il Mes e altre questioni finanziarie, sottolineando la necessità di una gestione prudente e responsabile del debito nazionale.

Sul Patto di Stabilità nessuna festa ma un compromesso da valutare

Giorgetti ha descritto l’approccio dell’Italia al Patto di Stabilità e Crescita come un “compromesso” che necessita di una valutazione nel tempo. Ha enfatizzato che non è il momento di festeggiare, ma di assumersi responsabilità concrete. Il ministro ha criticato l’illusione di poter gestire liberamente debito e deficit, sottolineando che la vera sfida è la disciplina finanziaria, non l’austerità.

“Mai detto che l’Italia avrebbe ratificato il Mes”

Giorgetti ha chiarito la posizione dell’Italia sul Meccanismo Europeo di Stabilità (Mes), smentendo le affermazioni secondo cui avrebbe promesso la ratifica del Mes da parte dell’Italia. Ha ribadito che il Mes non è né la causa né la soluzione ai problemi finanziari dell’Italia, ma che il vero problema è il controllo del debito nazionale.

Manovra: migliorati tutti i saldi di finanza pubblica

Il ministro ha lodato le modifiche apportate al testo originario della legge di bilancio, sostenendo che hanno mantenuto la struttura e l’integrità della proposta del governo. Ha assicurato che non sono previste manovre aggiuntive e ha sottolineato l’importanza di non disperdere risorse in bonus monodirezionali, puntando invece a sostenere famiglie e imprese per stimolare la crescita.

Sul superbonus i dati peggiorano, stop alle allucinazioni

Infine, Giorgetti ha affrontato il tema del Superbonus, evidenziando come i costi per la finanza pubblica siano peggiorati rispetto alle previsioni. Ha descritto la misura come un prodotto di un periodo eccezionale, con effetti difficili da gestire. Il ministro ha esortato a uscire dall’illusione di un facile accesso alle risorse, sottolineando la necessità di una gestione realistica e responsabile delle finanze pubbliche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: