214 Visualizzazioni

Il Silenzio dei Democratici su Joe Biden: Preoccupazioni Crescenti nel Partito

11 Lug 2024 - USA

Mentre alcuni leader dichiarano il loro sostegno a Biden, altri preferiscono mantenere un profilo basso, sollevando interrogativi sulla sua futura candidatura nel 2024.

Il Silenzio dei Democratici su Joe Biden: Preoccupazioni Crescenti nel Partito

Negli ultimi mesi, il silenzio dei Democratici riguardo al Presidente Joe Biden ha suscitato molte domande e preoccupazioni all’interno del partito. Alcuni leader si esprimono apertamente a favore del presidente, mentre altri preferiscono mantenere un atteggiamento più riservato, evitando di commentare pubblicamente. Questo silenzio è eloquente e rivela tensioni interne riguardo alla futura candidatura di Biden.

Supporto e Dubbio

Alcuni esponenti democratici, come il rappresentante Kweisi Mfume e il senatore John Fetterman, esprimono un chiaro sostegno a Biden. Mfume ha dichiarato apertamente “Joe Biden tutta la vita”, mentre Fetterman ha affermato che Biden è l’unica persona in grado di sconfiggere l’ex presidente Trump nel 2024. Anche il rappresentante Jim Clyburn ha dichiarato il suo sostegno con il motto “We are ridin’ with Biden”.

Tuttavia, non mancano le preoccupazioni tra i ranghi democratici. Il rappresentante Mike Quigley dell’Illinois ha espresso chiaramente la sua opinione secondo cui Biden dovrebbe farsi da parte perché “non può vincere”. Anche la rappresentante Mikie Sherrill del New Jersey ha chiesto pubblicamente a Biden di dichiarare che non correrà per la rielezione, proponendo di aiutare a trovare un nuovo candidato.

Il Silenzio Assordante

Molti democratici evitano di esprimersi apertamente, optando per il silenzio quando interrogati sul futuro politico di Biden. Questo comportamento è stato evidente durante un recente incontro alla Democratic National Committee, dove la ex speaker della Camera Nancy Pelosi ha evitato di rispondere alle domande sul presidente, limitandosi a salutare i giornalisti con un semplice “Buongiorno”. Anche la senatrice Elizabeth Warren ha evitato di commentare, schivando le domande della stampa con un rapido “Sono in finanza”.

Questa reticenza è stata osservata anche tra i senatori Chris Murphy e Brian Schatz, i quali hanno dichiarato che non avrebbero discusso delle questioni interne in pubblico. Il senatore Peter Welch del Vermont è stato il primo a sollecitare apertamente Biden a farsi da parte, dichiarando che i democratici “non negozieranno in pubblico”.

Discussioni Private

Le preoccupazioni dei democratici su Biden sono state espresse principalmente in contesti privati. La rappresentante Susan Wild della Pennsylvania ha rivelato di aver discusso delle sue preoccupazioni sull’elettabilità di Biden in conversazioni confidenziali con altri membri della leadership democratica. Anche il rappresentante Don Beyer della Virginia, nonostante le preoccupazioni private sullo stato fisico e mentale di Biden, ha pubblicamente ribadito il suo sostegno al presidente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: