254 Visualizzazioni

Gli USA Rafforzano Taiwan: Una Strategia di Deterrenza Contro l’Ascesa Cinese

10 Nov 2023 - Geopolitica

Gli USA Rafforzano Taiwan: Una Strategia di Deterrenza Contro l’Ascesa Cinese

A soli tre mesi dalle elezioni presidenziali che decideranno il suo futuro, Taiwan si trova in una posizione sempre più delicata, stretta tra le pressioni militari della Cina e il sostegno strategico degli Stati Uniti. In un contesto di crescente tensione, l’amministrazione Biden ha intrapreso passi significativi per rafforzare le capacità difensive di Taipei, in una mossa che ricorda la politica statunitense verso l’Ucraina.

Un Pacchetto di Aiuti Significativo

Recentemente, gli Stati Uniti hanno approvato un pacchetto di aiuti per Taiwan del valore di 80 milioni di dollari, una somma apparentemente modesta ma di grande importanza simbolica. Per la prima volta in oltre quattro decenni, l’amministrazione USA ha deciso di finanziare direttamente l’invio di armi a Taiwan, un territorio che ufficialmente non riconosce. Questa decisione segna una svolta nella politica estera americana, dimostrando un impegno più diretto nel sostenere l’isola contro le mire espansionistiche di Pechino.

La Protesta della Cina e la Risposta degli USA

La Cina ha reagito con forti proteste a questo gesto degli Stati Uniti. Tuttavia, Washington sembra determinata a proseguire su questa strada, utilizzando il Foreign Military Finance (FMF) – lo stesso strumento impiegato per fornire aiuti militari a Kiev durante il conflitto in Ucraina – per sostenere Taiwan. Questo cambiamento di strategia indica una ridefinizione del rapporto tra gli USA e Taiwan, con un chiaro messaggio di unità inviato a Pechino.

Una Corsa contro il Tempo

L’equilibrio militare nello Stretto di Taiwan si è spostato a favore della Cina nell’ultimo decennio, spingendo gli Stati Uniti a modificare il loro approccio. Oltre alle sovvenzioni e all’invio di armi, Taiwan sta anche pianificando di inviare truppe di terra negli Stati Uniti per l’addestramento, un’iniziativa che non si vedeva dagli anni ’70.

La Flessibilità del FMF

L’utilizzo del FMF permette agli Stati Uniti di inviare armi direttamente dalle proprie scorte, bypassando i lunghi processi di approvazione che normalmente accompagnano la vendita di attrezzature militari. Questo approccio più agile e diretto è fondamentale in un contesto dove il tempo gioca un ruolo cruciale e dove l’incertezza sulle mosse future della Cina rimane alta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: