307 Visualizzazioni

Giorgetti: ‘Italia Non Ratificherà Mai il Mes!’ – Ecco Perché

22 Giu 2024 - Finanza

Il ministro dell'Economia Giancarlo Giorgetti ha ribadito con fermezza il rifiuto dell'Italia di ratificare la riforma del Mes, evidenziando le critiche e le resistenze politiche interne. Scopri tutti i dettagli e le conseguenze di questa decisione.

Giorgetti: ‘Italia Non Ratificherà Mai il Mes!’ – Ecco Perché

Giorgetti Ribadisce il No dell’Italia alla Riforma del Mes

La risposta al ‘pressing’ dei partner dell’Eurozona sull’Italia perché ratifichi la riforma del Mes è arrivata chiara e netta. Il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti ha chiarito che l’Italia non ratificherà la riforma, negoziata dal Conte uno e firmata sotto il Conte due, considerandola “una follia europea”.

Il Chiaro Rifiuto di Giorgetti

Le parole di Giorgetti, espresse a Lussemburgo, hanno confermato che nel Parlamento italiano “non c’è una maggioranza” per votare la riforma. A sei mesi esatti dalla bocciatura della ratifica alla Camera, Giorgetti ha ribadito l’impossibilità di approvare la riforma in Italia, evidenziando la mancanza di supporto politico necessario.

Critiche Fondamentali al Mes

“Quello che c’è di nuovo – ha spiegato Giorgetti – è che per la prima volta il direttore del Mes, Pierre Gramegna, ha fatto delle riflessioni, recependo anche critiche che abbiamo sempre fatto, per cercare di cambiare il meccanismo e portarlo verso un utilizzo, tipo un fondo sovrano europeo, ad esempio, sul tema della difesa, evitando che magari i singoli Stati nazionali si debbano indebitare o spendere a livello nazionale”.

Resistenze Europee e Difficoltà di Cambiamento

Tuttavia, ha avvertito il ministro, si tratta di “una discussione appena abbozzata” che ha incontrato molte resistenze da parte di quasi tutti i Paesi, specialmente i nordici. Convincere i partiti della maggioranza di fronte a una prospettiva così vaga è difficile. Ratificare la riforma del Mes in Italia “a breve è impossibile. A lungo dipende”. Se il meccanismo con sede a Lussemburgo “cambia, se migliora, se cambia la sua natura e come”, solo allora potrebbe esserci spazio per la discussione.

Impraticabilità della Ratifica nel Breve Periodo

“E’ evidente che, se richiedono prima la ratifica – ha osservato Giorgetti – diventa sostanzialmente impraticabile. E’ una discussione in cui siamo ormai da qualche tempo. Onestamente, dalla discussione di giovedì mi sembra che siamo ancora molto lontani” dall’avere un impegno per rivedere le finalità del Mes. Infatti, “c’è un fronte molto consistente che è assolutamente contrario a cambiare la natura del Mes”, rendendo la situazione destinata a non cambiare nel breve termine.

Il Contesto Politico e la Posizione Italiana

Giorgetti ha sottolineato che il governo italiano ritiene di essere vittima di un pregiudizio politico, come dimostrato dal mancato coinvolgimento della presidente del Consiglio Giorgia Meloni nei negoziati sulle cariche apicali nel recente Consiglio Europeo informale. Questo atteggiamento ha rafforzato la convinzione del governo italiano di opporsi alla riforma del Mes, vista come non necessaria e potenzialmente dannosa per l’Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: