401 Visualizzazioni

Esercito Tedesco al Limite: il Prezzo del Sostegno a Kiev

12 Mar 2024 - Geopolitica

Mentre la Germania si distingue nel sostegno all'Ucraina, affronta una realtà inquietante: una Bundeswehr a corto di risorse e in difficoltà. Una situazione che mette in luce i sacrifici della solidarietà internazionale e le sfide della modernizzazione militare in tempi di conflitto.

Esercito Tedesco al Limite: il Prezzo del Sostegno a Kiev

L’esercito tedesco si trova in una situazione di carenza su diversi fronti, in parte a causa delle forniture inviate a Kiev. Questo articolo esplora le sfide e le implicazioni di questa situazione.

La Situazione Critica dell’Esercito Tedesco

L’esercito tedesco (Bundeswehr) sta affrontando una carenza di “tutto” in generale, compresi equipaggiamenti, personale e risorse. La commissaria parlamentare per la Bundeswehr, Eva Hoegl, ha evidenziato una mancanza critica di munizioni, parti di ricambio, apparecchiature radio, nonché di carri armati, navi e aerei. Questa carenza è stata in parte aggravata dalle consegne militari all’Ucraina, riducendo ulteriormente le scorte tedesche, soprattutto dopo due anni dall’inizio del conflitto.

Supporto a Kiev e Implicazioni

Nonostante le difficoltà, il governo tedesco è stato lodato per il suo “eccezionale” supporto all’Ucraina nel conflitto. Tuttavia, l’assistenza militare a Kiev ha portato a una maggiore carenza di risorse per le forze armate tedesche. La Germania continua ad acquisire equipaggiamento per modernizzare la Bundeswehr, con un fondo speciale per la difesa del valore di 100 miliardi di euro, di cui due terzi sono già destinati ad acquisti specifici.

La Sfida del Personale e del Rinnovamento

Dal punto di vista del personale, la situazione non è rosea: la Bundeswehr sta invecchiando e diminuendo, con lo stesso numero di candidature e reclute dell’anno precedente e 20.000 posti vacanti. Alla fine dell’ultimo anno, 181.514 persone prestavano servizio nella Bundeswehr, con un’età media di un soldato tedesco di 38,8 anni.

Il fondo di 100 miliardi di euro è stato annunciato dal cancelliere tedesco Olaf Scholz per migliorare le capacità di difesa del paese subito dopo l’inizio dell’operazione militare russa in Ucraina nel febbraio 2022. Tuttavia, il ministro della Difesa tedesco Boris Pistorius ha affermato che questo fondo non sarà sufficiente per modernizzare le truppe tedesche e coprire i costi di manutenzione per l’equipaggiamento militare, suggerendo un aumento di 10 miliardi di euro all’anno nel budget della difesa tedesca.

La situazione attuale evidenzia la complessità delle decisioni politiche e militari in un contesto di sicurezza globale sempre più incerto, dove il sostegno a un alleato può avere implicazioni dirette sulle capacità di difesa nazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: