275 Visualizzazioni

Attacco Missilistico alla Nave Greca e Operazione Statunitense contro il Traffico d’Armi nel Mar Arabico

16 Gen 2024 - Geopolitica

Attacco Missilistico alla Nave Greca e Operazione Statunitense contro il Traffico d’Armi nel Mar Arabico

L’Attacco alla Nave Mercantile Zografia

Una nave mercantile di proprietà greca, la Zografia, è stata colpita da un missile al largo dello Yemen, secondo quanto riportato dalla società britannica di sicurezza marittima Ambrey. L’incidente è avvenuto nella zona del Mar Rosso, a 76 miglia nautiche a nord-ovest del porto yemenita di Saleef. Nonostante i gravi danni subiti, la navigabilità della nave non è stata compromessa.

L’Equipaggio e i Danneggiamenti alla Nave

A bordo della Zografia si trovavano 24 membri dell’equipaggio, composto da tre uomini filippini, 20 ucraini e un georgiano. Tutti gli occupanti sono in buone condizioni di salute, secondo quanto confermato da un portavoce della compagnia proprietaria, Vulcanis Technical Maritime Enterprises. La nave, proveniente dal Vietnam e diretta verso Israele, si sta dirigendo verso Suez per una valutazione dei danni.

Operazione Statunitense contro le Milizie Houthi

Il comando centrale degli Stati Uniti ha reso noto un’operazione delle forze speciali statunitensi nel Mar Arabico. I Navy SEAL, supportati da mezzi aerei e droni, hanno abbordato un’imbarcazione nelle acque internazionali vicino alla Somalia. Durante l’azione, sono stati sequestrati missili e componenti di fabbricazione iraniana destinati alle milizie Houthi dello Yemen, compresi missili da crociera.

Il Contesto dell’Operazione e le Conseguenze

L’11 gennaio, si è verificato il primo sequestro di armi convenzionali avanzate letali fornite dall’Iran agli Houthi yemeniti dal novembre 2023, secondo quanto dichiarato dal Comando centrale degli Stati Uniti. Tuttavia, due membri dei Navy SEAL risultano dispersi in mare a seguito dell’operazione. Il generale Usa Michael Erik Kurilla ha condannato l’azione dell’Iran, affermando che Teheran continua a violare risoluzioni delle Nazioni Unite e il diritto internazionale. L’obiettivo dichiarato è quello di collaborare con partner regionali e internazionali per denunciare e impedire tali sforzi, ristabilendo la libertà di navigazione. L’imbarcazione coinvolta nell’operazione è stata affondata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tag: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per rimanere aggiornato/a iscriviti al nostro canale whatsapp, clicca qui: